Coaching sul Requirements Management

  • Uno dei problemi ricorrenti nell’attività di Requirement Management è legato all’utilizzo di linguaggi differenti (linguaggio del tecnico e quello dell’utente) nella “raccolta dei requisiti”.
  • Quando non viene effettuata un’accurata analisi del linguaggio da utilizzare nella relazione con l’utente  possono insorgere i noti problemi di “capire fischi per fiaschi” che poi condizionano tutto il lavoro successivo.

Essere consapevoli del proprio modo di comunicare e delle proprie mappe mentali di riferimento cioè di quella visione molto personale della realtà che guida le nostre azioni e comportamenti, linguaggio compreso, è il primo passo  per migliorare la propria efficacia comunicativa.

Il linguaggio è infatti una verbalizzazione dei nostri processi mentali. Ognuno di noi ha metabolizzato la sue esperienza personale e l’ha “mappata” , anche se inconsapevolmente, in processi mentali che ci portano ad operare in modo “automatico”.

Questo consente numerosi vantaggi come ad esempio di arrivare velocemente a delle conclusioni, estrarre i dati per noi essenziali e lasciare fuori quelli superflui,  effettuare velocemente una sintesi, etc. ma può  creare anche molti problemi.

I risultati conseguibili

Un processo di coaching a supporto del ruolo di Requirement Manager può portare ad una maggiore efficacia nella gestione delle relazioni con gli utenti nelle varie fasi del processo di RM, attraverso:

  • Lo sviluppo di una maggiore capacità di ascolto dell’utente;
  • La costruzione di una relazione di fiducia;
  • Un miglioramento delle capacità di gestione di utenti, anche “difficili”;
  • Una maggiore consapevolezza del proprio modo di comunicare e del linguaggio utilizzato;
  • L’individuazione di nuove strategie di azione e comunicazione per rapportarsi con l’utente/cliente con più efficacia durante le varie fasi del processo di Requirement Management;
  • Aumento dell’ impegno e della responsabilità personale nella gestione del processo;
  • Maggiore focalizzazione e capacità di gestire le emozioni in situazioni difficili;
  • Migliore gestione dei tempi in funzione dei risultati da raggiungere;
  • Maggiore capacità di lettura del contesto.

Alcune nostre proposte

Personal Coaching

Percorsi di coaching individuale rivolti a Requirements Manager, Analisti, Ingegneri dei requisiti in ruolo o che si apprestano ad assumerlo.

Group Coaching

Modalità di apprendimento di gruppo regolato dai principi del coaching in cui i destinatari possono provenire da diversi ambiti/progetti.

Alcuni benefici di tale metodo:

  • Integrazione degli apprendimenti dopo un programma di training in ambito Requirement Management;
  • Supporto alla diffusione e condivisione di best practice condivise (ad esempio in caso di introduzione un metodo per la Gestione dei requisiti in azienda, condivisione di strumenti e tecniche);
  • Confronto e potenziamento degli apprendimenti su casi pratici e/o difficoltà incontrate sul campo.