Coaching su Application LifeCycle Management

  • L’adozione di nuove prassi e nuovi modi di lavorare è sempre un processo che richiede un certo periodo di adattamento. Ciò non è soltanto dovuto al tempo richiesto per l’apprendimento delle nuove modalità di lavoro ma è dovuto anche alla resistenza al cambiamento che, in varia misura, compare quando viene chiesto di modificare abitudini e prassi consolidate.
  • Nell’ambito dei Progetti di Sviluppo del Software e delle conseguenti Operations, si stanno progressivamente diffondendo i cicli produttivi di tipo “Agile” i quali hanno impatti significativi sull’intero processo di produzione e manutenzione del software (demand, ingegneria, sviluppo e test, delivery, gestione e operations) e che quindi devono essere accompagnati da conseguenti adeguamenti della microorganizzazione – ruoli, competenze, collaborazione.
  • Implementare in azienda un nuovo modello di ciclo produttivo del SW è un vero e proprio processo di change management che come tale deve essere gestito, sia per ridurre le inevitabili resistenze al nuovo modo di lavorare, sia per accompagnare lo sviluppo dei nuovi ruoli previsti, sia per facilitare la risoluzione di situazioni critiche e difficoltà che si incontreranno durante la fase di attuazione.

Aree di intervento

Il coaching può supportare le seguenti dimensioni di change management connesse con la sperimentazione del nuovo modello operativo:

  1. la resistenza al cambiamento;
  2. la gestione del passaggio dal “vecchio ruolo” al “nuovo ruolo”
  3. lo sviluppo delle competenze sia “trasversali” che “specifiche” funzionali al nuovo ruolo e ai nuovi processi operativi

Le persone saranno accompagnate nell’attuazione dei nuovi processi operativi attraverso lo sviluppo dei comportamenti abilitanti il cambiamento richiesto dai nuovi processi e dai nuovi ruoli organizzativi, quali ad esempio:

  • la collaborazione nel team e con gli altri stakeholders;
  • lo sviluppo di una comunicazione costruttiva, diretta, basata sulla fiducia, e sulla capacità di fornire e ricevere feedback;
  • l’assunzione di responsabilità ed un atteggiamento pro-attivo;
  • la visione “sistemica” delle relazioni e delle interdipendenze tra le attività dei processi e le aree aziendali (sviluppando anche internamente una visione ed un approccio al lavoro, tipo clientefornitore);
  • una maggiore flessibilità di impiego;
  • lo sviluppo di una leadership “tagliata su misura” che tenga conto del ruolo e degli obiettivi, valorizzando però le proprie attitudini ed i punti di forza;
  • una migliore organizzazione, gestione del tempo e delle priorità.

I risultati conseguibili

Il processo di coaching a supporto del processo di produzione del Software ha l’obiettivo portare i seguenti benefici:

  • Far emergere gli ostacoli, gli impedimenti e i pregiudizi, normalmente nascosti;
  • Ridurre le resistenze individuali e di gruppo al cambiamento del modo di lavorare;
  • Migliorare la capacità di lettura del contesto;
  • Migliorare i flussi comunicativi;
  • Focalizzare l’impegno e la responsabilità personale nella gestione del processo;
  • Migliorare la gestione dei tempi in funzione dei risultati da raggiungere;

Alcune nostre proposte

Personal Coaching

Rivolto ai ruoli chiave previsti dai processi di produzione, ad esempio:

  • Demand
  • Product Owner
  • Team Leader
  • Service Owner

Al fine di una più efficace “taratura” dell’intervento rispetto alle esigenze di sviluppo per i nuovi ruoli si propone un’attività preliminare di assessment rispetto alla copertura delle principali competenze richieste dal modello implementato.

A seguito di questa attività verrà redatto un breve profilo di sviluppo personale per ognuno, che sarà condiviso con la persona stessa e con il proprio responsabile, al fine di porre le basi per l’accordo iniziale sulle aree di competenza oggetto degli interventi di coaching.

Team Coaching

Sessioni di team coaching, di facilitazione ai team ed a supporto dei Team Leader, finalizzate a migliorare le dinamiche di gruppo tramite:

  • la valorizzazione delle dinamiche relazionali, funzionali al raggiungimento degli obiettivi;
  • l’apprendimento del Team dall’esperienza (focalizzazione e riflessione sui passi salienti del singolo incontro di gruppo);
  • il supporto al Team Leader nell’esercizio della sua leadership (attraverso l’osservazione del Team Leader in azione, il feed back successivo ed il percorso di coaching individuale in parallelo)

Alla fine di ogni riunione il coach/facilitatore:

  • Supporterà il Team nella definizione del piano di azione di miglioramento per il Team (tempi, impegni, risultati, modalità di verifica e di feedback, etc);
  • Aiuterà il Team a verificare la congruità del piano (rispetto agli obiettivi/risultati, rispetto alle disponibilità di impegno, rispetto alle risorse disponibili, etc.);
  • Supporterà il Team nell’apprendere dall’esperienza (focalizzazione e riflessione sui passi salienti del singolo incontro di gruppo).

Vuoi più informazioni?

Trattamento dati personali

Iscrizione alla newsletter DPO